• Alberi della DeadVlei, nel deserto del Namib

Tour Orizzonti namibiani

“Orizzonti namibiani” è un viaggio che si inoltra nella parte Sud della Namibia, normalmente poco visitata ma non per questo meno interessante; grazie a questo itinerario ci renderemo conto della sua diversità, della sua straordinaria bellezza e della vastità degli spazi oltre che degli infiniti orizzonti che caratterizzano questo Paese.

Il viaggio “Orizzonti namibiani” offre l’opportunità di visitare il deserto del Kalahari, di camminare nella foresta degli alberi faretra (conosciuta come “Quiver tree Forest), di fare la conoscenza con il Fish River Canyon (il secondo canyon del mondo), con la città fantasma di Kolmanskop e con il vasto deserto del Namib per ammirare le sue dune, tra le più alte del mondo; inoltre la città di Swakopmund, con le tante opportunità di escursioni nei dintorni, i safari nel parco Etosha e, per concludere, la visita del C.C.F., il centro per la salvaguardia del ghepardo.

Questo viaggio regala, in sintesi, l’opportunità di visitare una Namibia “non convenzionale”, con interessanti digressioni ambientali e storiche.

Si tratta di un tour di 12 giorni/11 notti con formula tutto incluso e con pernottamento in BUON livello.
 Questo itinerario copre una grande area della Namibia con vari interessi ambientali e storici. In questo viaggio vi accompagna una guida specializzata in lingua italiana.

Durata del tour: 12 giorni / 11 notti
Tour per piccoli gruppo da 2 a 8  partecipanti con date aperte.
Costo a richiesta.

 

1° giorno – Windhoek/ Deserto del Kalahari

Arrivo all’Aeroporto Internazionale di Windhoek; concluse le pratiche di entrata Stato, incontro con Valentino (o Jacqueline) che vi accompagnerà per tutta la durata del viaggio.
Partenza verso il deserto del Kalahari, sesto deserto al mondo per estensione (se includiamo l’Artico e l’Antartide), con una superficie di circa 930.000 km²;per la maggior parte il Kalahari “appartiene” al  Botswana, più una parte alla Namibia e al Sud Africa.
L’area visitata si caratterizza per le sue dune longitudinali e basse, dal color ruggine intenso, con vegetazione rada e grandi alberi di acacia. Nel pomeriggio o nel mattino seguente escursione nella riserva, tra le dune del Kalahari, con avvistamenti degli animali tipici del deserto. Un attimo prima del tramonto (o all’alba) sosta su una duna per ammirare i colori dell’ambiente che ci circonda alla luce particolare dell’inizio \ fine giornata.

* Pernottamento nelle vicinanze di Mariental.
* Trattamento in pensione completa.

2° giorno – Deserto del Kalahari / Fish River Canyon

Partenza verso il sud, attraversando la città Mariental,fino a raggiungere Keetmanshop.
Durante il viaggio sosta per la visita della foresta degli alberi faretra (Aloe dichotoma): il suo nome si riferisceal fatto che i Boscimani con i suoi rami costruivano le faretre. L’albero, dal tronco possente, puòraggiungere un’altezza variabile tra i 3 e i 5 metri e ha una chioma vistosa con numerosirami che si biforcano ripetutamente.
Partenza per il Fish River Canyon, il secondo canyon del mondo per dimensioni, che si estende in lunghezza per circa 56 km, con una larghezza che arriva fino a 27 km e una profondità che in alcuni punti raggiunge i 549 mt. Il canyon ebbe origine da un movimento tellurico, che ha causato un fenomeno di sprofondamento, e nell’arco di 650 milioni di anni fu ulteriormente modellato da fenomeni erosivi (vento e acqua). Il principale responsabile di questi fenomeni è il fiume Fish River (lungo 650 km), dal caratteristico percorso a meandro, le cui acque defluiscono poi nel fiume Orange ma per gran parte dell’anno si riducono ad un “rigagnolo”.

* Pernottamento nelle vicinanze del Fish River Canyon.
* Trattamento in pensione completa.

3° giorno – Fish River Canyon /Luderitz

Visita del canyon nelle prime ore del mattino per cogliere la luce migliore, soffermandosi in alcuni punti panoramici tra i più belli. Successiva partenza verso ovest per raggiungere Luderitz.
Nel pomeriggio, visita della punta Diaz, dove le onde dell’oceano Atlantico si frangono rumorosamente sulle rocce. Si costeggia la penisola per alcuni chilometri, facendo varie soste per scorgere tra le onde le otarie e delfini. Nella baia di Luderitz, e in particolare sul bagnasciuga, si potrà ammirare la ricca avifauna locale: fenicotteri, beccacce di mare, corrieri, sterne e….in lontananza la colonia di pinguini. Luderitz potrebbe far ricordare un paesino bavarese, con le sue pasticcerie, i caffè, le costruzioni in stile art nouveau e una chiesetta Luterana Evangelica, situata sulla collina più alta che sovrasta il paese, chiamata “Chiesa sulle rocce”.

* Pernottamento in lodge in Luderitz.
* Trattamento in pensione completa.

4° giorno – Luderitz /Aus

Al mattino visita della “città fantasma”di Kolmaskop, una vecchia città mineraria diamantifera, dallo stile architettonico tedesco, di cui rimangono diverse testimonianze: la casa del direttore, l’ospedale, il teatro, un impianto di produzione del ghiaccio, una sala da bowling . L’abbandono della città iniziò nel 1938 a fronte della scoperta di altri giacimenti diamantiferi più ricchi a sud, in corrispondenza dell’Orange River: processo che si concluse nel 1956 con la chiusura dell’ospedale.
E’ un luogo dove il tempo si è fermato nel momento stesso in cui l’uomo l’ha abbandonato e la natura si è appropriata degli spazi. La sabbia del deserto, spinta dal forte vento, è entrata nelle case creando un luogo surreale.
Conclusa la visita, riprendiamo la strada che ci ha condotto a Luderitz per raggiungere Aus.
Strada facendo, è prevista una breve sosta al capanno di Garub, per vedere i cavalli selvatici del deserto; non è garantito che ci siano, perché l’evento dipende dalla disponibilità di cibo e di acqua nel deserto. L’incontro con questi cavalli selvatici rappresenta un unicum armonico dell’ecosistema del deserto e genera un forte fascino.

* Pernottamento in lodge ad Aus.
* Trattamento in pensione completa.

5° giorno – Aus / Deserto del Namib

Partenza per il nord, costeggiando il deserto del Namib: i paesaggi renderanno questo trasferimento particolarmente piacevole. Il paesaggio intorno a noi è vasto, caratterizzato da piane infinite circondate da montagne rocciose e immense vallate dalle varie tonalità che spaziano tra il giallo e il marrone.
Strada facendo, breve sosta per osservare uno dei tanti alberi che ospitano gli enormi nidi del piccolo Tessitore sociale (Philetairus socius). Decine e decine di uccellini collaborano a costruire un nido a opera d’arte; ogni coppia ha il suo “appartamento privato” con l’entrata singola e con la possibilità di ampliare nel tempo la struttura con l’aumentare della colonia. Il nido è costruito con steli d’erba raccolti uno a uno ed incrociati tra di loro; la tecnica di costruzione è perfetta (paragonabile ai tetti di paglia di alcuni lodge); i nidi sono a prova d’acqua e offrono ombra e frescura all’interno. Purtroppo, quando i nidi diventano troppo grandi e raggiungono un peso eccessivo, alcuni rami cedono, talvolta causando addirittura la morte dell’albero.

* Pernottamento in lodge nei pressi di Sesriem.
* Trattamento in pensione completa.

6° giorno – Deserto del Namib

Prima dell’alba, partenza per la scoperta della magia del deserto, per ammirare le spettacolari dune, dal forte color arancio all’albicocca, che assumono nelle prime ore del mattino, ed è il momento migliore per ammirare e scattare tante fotografie.
Avremo modo di vedere alcuni animali come antilopi saltanti, orici, struzzi e alcuni sciacalli.
Nel susseguirsi delle dune, dalle varie tonalità d’arancio, si raggiunge l’area di Sossusvlei.
Visita del suggestivo “Deadvlei”, famoso per le geometrie dei suoi alberi scuri, in contrasto con il bianco terreno argilloso, lo sfondo delle dune e dal cielo azzurro… un paradiso per gli appassionati della fotografia.
Per i più intraprendenti possono scalare la duna più alta del mondo: il famoso “Big Daddy”.
La giornata si concluderà con la visita al Sesriem Canyon, un pittoresco canyon creato dal Tschaub River.

* Pernottamento in lodge nei pressi di Sesriem.
* Trattamento di pensione completa.

7° giorno – Deserto del Namib / Swakopmund

In mattinata partenza per la volta di Swakopmund, costeggiando il parco Namib Naukluft Park. Sosta per una foto ricordo sulla linea del Tropico del Capricorno. Il paesaggio continua a cambiare repentinamente rinnovando colori e forme: dune, montagne e colline,  Gaub e Kuiseb canyon, e vaste piane fino a giungere nella piana delle Welwitschie mirabilis e la Valle della luna.

* Pernottamento in guesthouse a Swakopmund.
* Trattamento in pensione completa.

8° giorno – Swakopmund

In mattinata un’emozionante escursione in 4X4 sulle dune nei dintorni di Swakopmund. Un’escursione alla scoperta della vita del deserto vivente, per apprendere le strategie di vita delle creature che si possono trovare solo qui in Namibia. Il simpaticissimo geco palmato, il timido camaleonte del Namaqualand, il veloce coleottero Tok-Tokkie; questi sono solo alcuni degli abitanti di queste dune. Inoltre panorami mozzafiato con le dune dal colore dorato e con il finale l’oceano Atlantico. Pomeriggio libero o a scelta di una delle tante attività che il luogo offre, non incluse in quotazione per dar maggior libertà di scelta. La città di Swakopmund è stata costruita nel primo del 1900 sul deserto, di fronte l’Oceano Atlantico ed è molto attiva turisticamente e con bei negozi.

* Pernottamento in guesthouse a Swakopmund.
* Trattamento in pensione completa.

9° giorno – Swakopmund / Parco Etosha

Partenza per il parco Etosha e nel pomeriggio primo safari nei dintorni del campo di Okaukuejo e primo safari fotografico. Il parco Etosha, ha un’estensione di 22.270 Km², è uno fra i più grandi parchi dell’Africa: il suo paesaggio inconfondibile è caratterizzato dal fondale bianco di un antico lago chiamato Etosha Pan che in lingua locale significa “Grande luogo bianco”. Il parco Etosha ospita 114 specie di mammiferi e 340 specie di uccelli che lo popolano nell’arco dell’anno.

* Pernottamento in chalet all’interno del Parco Etosha.
* Trattamento di pensione completa.

10° giorno – Parco Etosha

Le giornate saranno dedicate interamente ai safari nel parco e alla scoperta di questo grande  parco africano. Ci soffermeremo alle varie pozze per ammirare gli animali che vanno ad abbeverarsi: dagli assetati Gnu, ai prepotenti Orici, ai padroni Elefanti, alle eleganti Giraffe, alle simpatiche Zebre e alle numerose springbok ovvero le antilopi saltanti. Osserveremo l’impala del muso nero (endemico), i kudu, le zebre di pianura, alcefalo rosso… e molte specie di uccelli. Nel parco Etosha non mancano i grandi predatori: dal possente leone, alle massicce iene, allo schivo leopardo ed al raro ghepardo e lince africana.

* Pernottamento in chalet all’interno del Parco Etosha.
* Trattamento di pensione completa.

11° giorno – Parco Etosha / Parco del Waterberg Plateau

Al mattino ultimo safari nel parco Etosha, con la possibilità di avvistamenti fino al cancello di uscita. Proseguimento verso il parco del Waterberg su strada asfaltata. Waterberg Plateau, ovvero la montagna dell’acqua è in direzione sud appena, dopo la cittadina di Otjiwarongo. L’altopiano del Waterberg è di arenaria rossa e ricca di vegetazione e offre una panoramica sulla vista pianura circostante.
Possibilità di percorrere a piedi il sentiero che porta in cima al Plateau.

*Pernottamento in chalet all’interno del parco del Waterberg Plateau.
*Trattamento di pensione completa.

12° giorno – Parco del Waterberg / Windhoek

Trasferimento alla volta di Windhoek, capitale della Namibia, tempo permettendo breve visita della città. Proseguimento verso l’Aeroporto Internazionale di Windhoek, in tempo per il volo di rientro per l’Italia.

Prezzo a richiesta

Se siete interessati al nostro Itinerario di viaggio non esitate a contattarci: possiamo adattare e personalizzare il viaggio in modo da soddisfare le vostre esigenze, in base a tempi e possibilità. Se preferite viaggiare in coppia, o solo con i vostri amici, o se vorreste un viaggio di durata più breve o più lunga, contattateci, saremo felici di creare il VOSTRO viaggio!
Le nostre quotazioni includono:
  • Le sistemazioni indicate in programma (o similari, in base alla disponibilità);
  • Tasse di soggiorno;
  • Pensione completa;
  • Veicolo e carburante per la durata del viaggio;
  • Visite, escursioni come da programma;
  • Ingressi ai parchi;
  • Trasferimento da e per l'aeroporto;
  • Assistenza di guida italiana (Valentino o Jacqueline) per la durata del tour.
Le nostre quotazioni NON includono:
  • Le bevande, le mance e gli extra a carattere personale;
  • Attività non specificate in programma;
  • Voli di linea e tasse aeroportuali;
  • Assicurazione: medica, bagaglio, annullamento;
  • Obbligatorio premunirsi di assicurazione personale;
  • Quanto non espressamente indicato alla voce “Le nostre quotazioni includono”;