• Alberi della DeadVlei, nel deserto del Namib

Ruanda / Uganda

il gorilla pensatoreNel cuore verde dell’Africa ci sono due splendidi paesi attraversati dall’Equatore che hanno una bellezza naturalistica coinvolgente: il Ruanda e l’Uganda.

Qui si possono vivere esperienze fra le più emozionanti ed incredibili: nelle loro rigogliose foreste è possible incontrare i gorilla di montagna, vi si trovano laghi, aride savane e il grandioso Lago Vittoria, il leggendario Nilo, il massiccio del Ruwenzori, i numerosi vulcani delVirunga.

La maggiore attrazione dell’Uganda e del Ruanda è l’incontro con i gorilla di montagna all’interno delle foreste pluviali protette dei Parchi Nazionali del Bwindi e del Virunga; senza dimenticare le altre foreste come quella di Kibale, in cui è possibile trovare la più grande comunità di scimpanzé nel loro habitat naturale.

I punti salienti del Ruanda

Parc National des Volcans

Il parco fu istituito nel 1925 allo scopo di proteggere i grandi primati dai bracconieri e per la salvaguardia dell’importanza ambientale e scientifica. La vegetazione del parco è prevalentemente costituita da foreste di bambù e foreste di hagenia; il parco ospita una delle principali comunità di gorilla di montagna del mondo. Le ricerche dei due naturalisti Gorge Schaller e Dian Fossey (che ha pagato con la vita la sua immensa passione per i gorilla), hanno richiamato l’attenzione del mondo intero sulla salvaguardia di questi luoghi e ne hanno dato popolarità. L’escursione per incontrare i gorilla potrebbe risultare impegnativa e piuttosto faticosa.

I punti salienti dell’Uganda

Bwindi Impenetrable National Park

È stato dichiarato patrimonio dell’umanità dall’UNESCO nel 1994, principalmente per il rischio di estinzione dei gorilla di montagna e per la sua importante biodiversità. Il parco si estende per 331 Km² ed è caratterizzato da un ambiente tropicale d’alta quota. Per la maggior parte è percorribile a piedi su percorsi poco agevoli. Infatti le escursioni per incontrare i gorilla potrebbero risultare impegnative e piuttosto faticose.

Queen Elizabeth National Park

Il parco è stato fondato nel 1954 e include i laghi Edward e George, caratterizzati da una ricca e abbondante fauna e uniti dal grande canale naturale Kazinga, fatto più unico che raro per dei laghi. Nella parte meridionale del Queen Elizabeth National Park c’è l’area Ishasha, famosa per la possibilità di avvistare i leoni sui grandi alberi di fichi e acacie e di fare tanti altri avvistamenti di animali selvatici. Fra gli animali presenti nel Queen Elizabeth National Park ci sono bufali, ippopotami, elefanti, leoni, facoceri, coccodrilli del Nilo e altri ancora.

Kibale Forest National Park

Il parco è stato fondato nel 1993, è una riserva naturale di 560 Km² protetta già dal 1932. Il parco è situato nell’Uganda occidentale, vanta paesaggi molto scenografici e una vegetazione di foresta pluviale, inframmezzata da macchie di prateria e paludi, dove si raggiungono anche i 1.100-1.590 metri di altitudine.
Il Kibale Forest National Park ospita una grande comunità di scimpanzé ed è possibile incontrarli durante le escursioni. Il parco ha la più alta concentrazione di primati di tutte le foreste dell’Africa orientale, numerose specie di farfalle e uccelli.